Viaggio in Val di Sole - Trentino


Sommario


Introduzione

La Val di Sole è situata nella parte nord-occidentale della provincia di Trento, lungo l'alto corso del fiume Noce.
La valle è attorniata da diversi gruppi montuosi e catene alpine di grande rilevanza: il gruppo Ortles-Cevedale a nord, il gruppo del Brenta a sud e l'Adamello-Presanella ad ovest → Mappa

Appena arriverete nella valle vi ritroverete immersi nel verde, con una stupenda pista ciclabile al lato e circondati da catene montuose incredibili.

E’ un luogo in cui avrete a disposizione numerose attività, organizzazione perfetta, aria buona, ottimo cibo e viste stupende.

Se poi state cercando itinerari a piedi tra le montagne con pranzi nei rifugi e panorami mozzafiato, siete nel posto giusto.

In Val di Sole sono presenti tantissime attività organizzate, soprattutto per famiglie con bambini. In aggiunta vi sono tanti itinerari da poter percorrere a piedi da soli. I rifugi dove arriverete sono solitamente di facile accesso e ben organizzati. Le funivie vi porteranno all’altitudine giusta per iniziare le vostre passeggiate o semplicemente per poter godere di aria e di una visuale stupenda.




Quando Partire

Il periodo migliore per visitare la Val di Sole è fine Giugno, Luglio e le prime settimane di Settembre. Cercate di evitare le prime tre settimane di Agosto quando tutte le strutture si riempiono, con costi elevati, e le passeggiate diventeranno affollate con il rischio di rovinare l’atmosfera. Non ha infatti prezzo rimanere in mezzo alla foresta in totale tranquillità e in assoluto contatto con la natura.

In particolar modo noi siamo stati l'ultimo weekend di Agosto e ci siamo trovati benissimo, potendo usufruire di sconti delle strutture alberghiere e di passeggiate semi deserte, ma senza rinunciare alle attività e agli eventi di fine estate.




Quanto rimanere



Suggerisco di rimanere 3 massimo 4 notti. In questo modo avrete due/tre giornate piene per godersi camminate impegnative e almeno due mezze giornate per escursioni più leggere.

Quindi un finesettimana lungo (venerdì e lunedì di ferie) è perfetto per godersi a pieno questo posto meraviglioso.




Come arrivare

Sicuramente la macchina è molto importante perchè permette di arrivare alla base delle funivie o delle città da cui partono i principali percorsi. Ovviamente esiste anche un servizio treno e bus che funziona molto bene, ma ha degli orari fissi che potrebbero risultare essere scomodi.

La strada per arrivare al centro della Val di Sole è a veloce scorrimento, molto pratica e comoda, e vi permetterà di percorrere la vallata in comodità e tranquillità.


ATTENZIONE:

All’ingresso e all’uscita di qualche cittadina vi sono degli autovelox. State attenti a non superare i 50 km/h in tale tratto.




Dove Alloggiare

Sono numerosi i luoghi dove alloggiare per godere delle passeggiate di questa Valle. Noi ci siamo trovati molto bene a Commezzadura, trovandosi al centro della Valle e quindi alla stessa distanza tra la Val di Peio e la Val di Rabbi


Questo il nostro hotel:


Consiglio fortemente di alloggiare in un hotel in cui sia presente una SPA (compresa nella tariffa) anche se piccola. Infatti dopo una camminata impegnativa durante il giorno, è essenziale potersi rilassare con una SPA nel pomeriggio. Fa la differenza.




Dove Mangiare in Val di Sole



Un posto tra tutti è sicuramente Ristorante Maso Burba a Commezzadura. Uno dei migliori ristoranti che abbia provato nella zona. Essendo sempre pieno, vista la grande qualità dei piatti, conviene prenotare. Piatti ricercati e molto buoni. Qualità e professionalità. Prezzi giusti.

Se volete mangiare invece un'ottimo strudel dovete prendere la cabinovia e salire al Rifugio Solander con 20 min di salita. Un dolce eccezionale con una vista incredibile. Come potete non prenderlo?




Come strutturare la giornata

Come detto precedentemente le attività organizzate in Val di Sole sono tante e avrete solo l’imbarazzo della scelta. Il sito ufficiale: http://www.valdisole.net è fatto veramente molto bene e vi darà tutte le informazioni che cercate.

La giornata tipica prevede una sveglia abbastanza presto, una ricchissima colazione completa di ogni ben di Dio, e il primo spostamento in macchina al luogo dove comincia la vostra escursione.

Ora, se come noi farete in modo di arrivare per pranzo ad un rifugio non avrete problemi di cibo, altrimenti dovrete organizzarvi per comprare dei panini da portare con voi.

Non dimenticate comunque di portarvi sempre almeno un piccolo snack da mettere in tasca. E’ fondamentale fare in modo di non rimanere mai senza energie, perchè magari impiegherete più tempo del previsto per arrivare al rifugio a pranzo.

Basta quindi avere sempre con sè un pretezel, della frutta secca o della cioccolata. La frutta secca è un’ottima scelta poichè ha la caratteristica di conservarsi per molto tempo ad ogni temperatura e rilascia molta energia, avendo un elevato apporto calorico. Attenzione invece alla cioccolata o altri cibi che potrebbero sciogliersi facilmente al calore.

Ricordatevi di organizzare l’escursione per tempo, avendo più o meno in mente tempi di percorrenza e difficoltà. Lungo i sentieri ci sono molti cartelli con indicazioni affidabili che vi daranno idea sui tempi per raggiungere la vostra meta. I tempi sono abbastanza affidabili anche se ovviamente dipende dal vostro grado di allenamento e da quanto spesso vi fermerete.

Per quanto riguarda invece la difficoltà basterà calcolare l’altitudine a cui vi trovate (basta fare attenzione a cartelli sulle facciate dei rifugi o sparsi nelle vicinanze) e l’altitudine della vostra meta (anche questa indicata nei cartelli). E’ chiaro che se dovrete fare 800 m di dislivello il percorso sarà in salita e sicuramente impegnativo. Mettetelo in conto nella programmazione del vostro percorso.




Cosa portare

E’ di fondamentale importanza avere l’attrezzatura giusta per la montagna. Può fare la differenza.

Non mi dilungherò su una lista completa di cosa mettere nella valigia ma mi concentrerò su cosa portare con sè durante le escursioni/camminate.

Il mio consiglio è di andare per tempo da decathlon e comprare tutto l’occorrente.

In aggiunta molti portano con sé i bastoni da passeggio e uno zainetto.

Sui bastoni da passeggio non mi esprimo, sono sicuramente molto comodi ed aiutano molto soprattutto con le salite, eppure personalmente mi piace avere le mani libere mentre passeggio quindi non li ho usati.

Per quanto riguarda lo zaino a mio avviso è superfluo se usate il portaborraccia a tracolla e se vi annodate la felpa e la giacca anti-vento alla vita.

Pertanto il nostro equipaggiamento è stato il seguente:

Scarpe, pantaloni e maglietta di decathlon. Portaborraccia e boraccia da 600 ml. Felpa di pile e giacca anti-vento annodate alla vita da mettere al volo anche mentre si cammina. Amuchina spray, fazzoletti e della frutta secca da mettere nella tasca della giacca anti-vento così da non dare fastidio.

In questo modo eravamo perfettamente ecquipaggiati senza avere problemi e troppe cose pesanti da portare. E’ stato un vero piacere muoversi in questo modo.




Itinerari Consigliati

Di seguito alcuni itinerari che abbiamo percorso e che mi sento di consigliare:


Rifugio Lago Malghette


Descrizione del Sentiero:

Bisogna prendere la Telecabina di Daolasa (essendo una telecabina non dovrete aspettare un orario in particolare, state solo attenti agli orari di apertura dell'impianto). La salita in telecabina impiega 20 min ad arrivare al primo Rifugio Solander, dal quale godrete di una vista stupenda. Vi consiglio di non fermarvi troppo e continuare a salire in direzione rifugio Orso Bruno (circa 20 min). Dovrete poi scendere verso il sentiero con un dislivello complessivo di circa 300 metri percorrendo il sentiero 201 per il Lago Malghette (in totale circa 45 min di discesa).
Il percorso è abbastanza scosceso e in salita al ritorno si fa un pò sentire, in ogni caso è assolutamente fattibile anche a famiglie con bambini.
Il Lago è davvero bello e suggestivo e potrete prendervi un'ottima birra alla spina per premiarvi del percorso fatto.
Il ritorno avviene lungo la stessa strada oppure si può proseguire in direzione Campo Carlo Magno, con sentiero facilissimo e pianeggiante dove verso le ore 17.00 vi sarà il Bus per Dimaro con coincidenza per Mezzana.

Commenti:

Si tratta di una bellissima passeggiata, non troppo impegnativa che potrete fare come prima escursione. Non perdete assolutamente lo spettacolare STRUDEL del Rifugio Solander. Assolutamente uno dei migliori.




Val di Rabbi - Rifugio Lago Corvo


Descrizione del Sentiero:

Arrivare al parcheggio di Piazzola (Frazione Cavallari) → Mappa.
Il parcheggio è molto grande e si trova sulla cima della collinetta. Dovrete pertanto percorrere una stradina molto stretta che passa per questa frazione. Non preoccupatevi se vi sembra troppo stretta. In fondo alla salita troverete posto dove lasciare la macchina.
Il primo tratto è il più ripido e in circa 1 ora di salita vi porterà alla Malga Caldesa Bassa, dove potrete trovare formaggi, speck e panna cotta. Potrete anche ricaricare la vostra borraccia nell'apposita fontanella. (Consiglio di prendere eventuali formaggi e speck al ritorno).
Una volta giunti qui vi aspettano altre 2-2:30h per giungere al Rifugio Lago Corvo. La strada qui è a tratti più morbida, mentre sul finale diventa più ripida.
Una volta giunti al rifugio potrete gustare un ottimo piatto dolomitico (consiglio in ogni caso di chiamare prima per sapere se aperto: +0463985175
Dal rifugio in 10 min arrivate ai due meravigliosi laghetti che vi daranno la meritata soddisfazione di un itinerario così lungo!

Commenti:

Personalmente è uno dei giri che più ci è piaciuto. Completamente immersi nella natura e senza quasi nessuno intorno. Sicuramente un percorso non adatto a bambini e a chi non è un minimo allenato, ma con la giusta volontà si può fare senza problemi! Vale indubbiamente la pena qualsiasi sforzo necessario!



Clicca sull'immagine qui sotto per vedere la foto a 360°:



Val di Peio - Peio 3000


Commenti:

Un giro stupendo da fare quando non si vuole passeggiare troppo. Infatti basterà prendere la telecabina che in 8 minuti vi porta al primo rifugio. Da qui, ad orari programmati (ogni 20 min), parte la cabinovia che in 7 minuti vi porta fino a 3000 metri di altitudine.
Una volta arrivati in cima vi troverete in un vero parco giochi, con massi da scalare, ghiacciai, qualche piccolo laghetto e cascate semighiacchiate. Insomma davvero un'esperienza incredibile.



Clicca sull'immagine qui sotto per vedere la foto a 360°:




Pista Ciclabile


La Pista Ciclabile della Val di Sole è una delle più note e frequentate di tutto il Trentino. Non a caso, questa valle viene scelta per i mondiali d mountain bike.
E' una pista davvero incredibile che vi porterà a costeggiare il fiume Noce per gran parte del percorso e vi immergerà in grandi vallate e frutteti.
Particolare valore aggiunto è la possibilità di usufruire del Treno e del Bus attrezzati per le bici. In questo modo potrete ad esempio partire da Commezzadura e scendere comodamente in bici (senza praticamente mai pedalare) a valle. Una volta arrivati in fondo alla valle potrete prendere il comodo treno e risalire senza nessuna fatica.
State solo molto attenti a prendere bene i tempi dei treni. Non passano molti treni alle stazioni e potreste rischiare di rifarvela tutta in salita!



Ti è stato utile questo Articolo? Dai un'occhiata al mio lavoro





Copyright © 2017 Giulio Mollica
Note Legali, Privacy e Cookie